L'AMORE CAMBIA VITE - SCOPRIAMO ASSIEME QUESTO INCREDIBILE ATTO DI AMORE!


Oggi abbiamo il piacere di conoscere e condividere con i nostri fan un aspetto umano e speciale dell’agenzia GiraMondo Viaggi Isalei Travel di Alba (Cuneo.)

Nuccia, la titolare, ogni giorno aiuta molte persone a realizzare i propri sogni e desideri coinvolgendoli con la sua immensa passione per il mondo dei viaggi. Grazie all’altruismo, passione e generosità di Nuccia e dell’organizzazione non-profit Lailai Onlus, i luoghi e persone toccate dalla loro dedizione, ricevono un aiuto a realizzare una vita migliore.

La mission di Lailai Onlus è semplice: dare sostegno alla scuola Mwakingwena di Ukunda, Kenya. Questo obiettivo viene realizzato grazie alla loro particolare attenzione verso l’istruzione e la cultura, promuovendo attività di formazione nell'ambito scolastico ed offrendo sostegno pratico ai giovani studenti in condizioni disagiate.

Adesso che conosciamo la background story, perdiamoci nei racconti dell’ultima missione a Zanzibar del 26 Ottobre presentataci da Nuccia. Buona lettura!



Lailai Onlus, missione del 26 ottobre:

Si è conclusa con successo l’ultima missione di Lailai Onlus a Zanzibar, Tanzania e in agenzia si festeggia. E’ bello condividere con i sostenitori di Lailai il racconto del viaggio e i risultati raggiunti, questa volta lo è ancora di più perché i progetti in cui Lailai si è impegnata sono stati segnalati dai viaggiatori ed è ovvio che ne siano fieri.

L’inizio di tutto è avvenuto il 17 settembre 2007 da un incontro speciale perché come recita il motto di Lailai: “I viaggi cambiano la vita e gli incontri che si fanno viaggiando offrono opportunità inaspettate”
Io, Roberto, Giorgio e Dante incontriamo Jamali, il maestro della scuola Makigwena a Ukunda in Kenya. L’impatto emotivo è fortissimo e promettiamo, una volta a casa, di trovare il modo di sostenere la scuola che accoglie 350 alunni.
L’iniziativa proposta ai viaggiatori di Isalei Travel ed agli amici raccoglie tanta solidarietà che diventa necessario pensare ad una forma ufficiale: nasce Lailai Onlus.
Gli allievi della scuola di Ukunda che ricevono il nostro aiuto ora sono 1650 ed altri 3 progetti sono stati avviati quest’anno, proprio a Zanzibar: la scuola Skuli Ya Kiwengwa, il dispensario medico del villaggio e l’orfanotrofio SOS Childrens Zanzibar.





Il nostro metodo è semplice e coinvolgente. Abbiamo pensato di proporre un nuovo modo di viaggiare, una vacanza mix, in cui c’è la possibilità di dedicare alcuni giorni al safari o al mare e utilizzare gli altri per portare a compimento le attività di Lailai. In questo modo ognuno dei partecipanti paga il suo viaggio, e ha la possibilità di vivere un’esperienza unica ed emozionante.

Il 26 ottobre siamo partite alla volta di Zanzibar ed abbiamo trascorso i primi 4 giorni in giro per l’isola a fare acquisti ed a consegnare il materiale necessario. Infatti in fase preliminare ci accordiamo direttamente con le strutture per conoscere, in presa diretta, le loro necessità.


Dalle segnalazioni ricevute dai viaggiatori di Isalei Travel, Mauro e Silvia, sapevamo che c’era bisogno di colliri per molti bambini affetti da congiuntivite ed abbiamo potuto procurarli in Italia e consegnarli in loco.
- Alla scuola di Kiwengwa sono stati consegnati: 800 quaderni, 500 matite e 500 penne a sfera.

- Al dispensario del villaggio sono state consegnate 13.000 dosi di medicamenti: antibiotici, antivirali, sciroppi, pomate, antiparassitari intestinali. Pensiamo che ora sia l’ambulatorio più fornito dell’isola!

- All’orfanotrofio abbiamo consegnato moltissimi capi di abbigliamento nuovi ( che ci sono stati donati e abbiamo portato dall’Italia ), parte dei colliri efficaci per la congiuntivite e il tracoma, e 156 confezioni contenenti spazzolino e dentifricio ( una per ogni bambino ) biberon e 10 palloni di cuoio, 100 palloncini da gonfiare.
Siamo state nei villaggi con le casette di fango, tra i bambini della scuola e quelli di SOS childrens, portando sempre sorrisi e abbracci, ne abbiamo ricavato emozioni fortissime e gioia. Abbiamo penato, sudato, caricato e scaricato, ci siamo scontrate con gli imprevisti africani, ma è stato gratificante e bellissimo!


Siamo profondamente grati a tutti coloro che sostengono Lailai Onlus, a chi partecipa alle missioni con grande dedizione e ai tour operator che a ogni viaggio ci accolgono nelle loro strutture, sopportano le invasioni di scatoloni e l’andirivieni del nostro staff sempre di corsa.

E’ stato molto importante l’incontro, e ora i tre progetti entrano a pieno titolo nel futuro di Lailai Onlus.
Questo offrirà ai nostri viaggiatori, anche a coloro che pensano a Zanzibar o al Kenya per le meraviglie del paese, di essere partecipi dei progetti, anche solo con una visita di mezza giornata.

GRAZIE MILLE PER AVER CONDIVISO CON NOI QUESTA INCREDIBILE ED INDIMENTICABILE OPPORTUNITA' ED ESPERIENZA!!

^ Torna su